Pompei e la “gemella” norvegese


In Norvegia è tornata alla luce una città per millenni sepolta sotto la sabbia. E in molti definiscono il nuovo sito come una specie di piccola Pompei.

Gli archeologi hanno scoperto questa piccola Pompei mentre stavano scavando in un promontorio formato dal fiume Topdalselva e dal Mar del Nord vicino la parte meridionale della Norvegia.
Sotto 3 piedi di sabbia hanno ritrovato un insediamento che era rimasto lì, indisturbato, per circa 5,500 anni.

Questa è una incredibile scoperta archeologica‘, ha detto Håkon Glørstad, un portavoce degli scavi, a quanto riportato dal sito web norvegese ‘News in English‘.

Così, hanno affermato che l’insediamento contiene delle strutture in pietra e sono venuti alla luce anche ceramiche e punte di freccia nascoste nella sabbia.

‘Ci aspettavamo di trovare un’ ordinario sito risalente al periodo della pietra, malamente conservato e piccolo. E invece abbiamo scoperto un sito unico, sepolto sotto uno spesso strato di sabbia‘, continua l’archeologo Lars Sundström, dell’università di Oslo.

I segni indicano che l’insediamento non è stato sempre deserto. Anzi, un evento improvviso ha fatto sì che il sito fosse ricoperto da tantissima sabbia e rimanesse nascosto per secoli. Un’inondazione, o forse una tempesta di sabbia: la Norvegia, hanno spiegato gli studiosi, era piu’ secca di oggi e le tempeste di sabbia non erano rare.

Probabilmente il sito è stato inondato e coperto dalla sabbia dal fiume che lo costeggia‘, ha riferito Sundström.

Questo sito pare sia stato costruito da gente di una cultura del tardo neolitico che era molto diffusa in Europa ed in Scandinavia tra il 4,000 a.C e il 2,400 a.C.

Scavando a circa 80 metri dalla costa, il responsabile dello scavo Lars Sundstrom ha trovato resti simili a una struttura fortificata: una fossa lunga oltre 30 metri e larga fino a tre, un tipo di recinzione comune in Danimarca, Inghilterra e Germania. Durante gli scavi sono stati trovati numerose ceramiche e grossi massi pesanti oltre 40 chili, la cui funzione non e’ ancora chiara.

Scridb filter